Se avete feedback su come possiamo rendere migliore il nostro sito per favore contattaci! 

 

Associazione "AHA - il dolore cronico"


a Vittorio Veneto (TV)
in Viale della Vittoria 312 - 1° piano 
 


Chi Siamo

 

Presidente onorario: dott.ssa Francesca Gattinoni
Medico, fisiatra, neurologa, psicoterapeuta

Presidente: dott.ssa Emanuela Zottis
Fisioterapista, Gestalt Counsellor

Vice Presidente: dott.ssa Maria Segat
Psicologa

Segretario: dott. Giovanni Di Cara
Psicologo

 

Maria Segat 

Chi_siamoMSSono laureata in psicologia (tesi di specializzazione su: “Gli eventi stressanti”) e ho poi conseguito il diploma di educatrice.

Lavoro presso l Ulss 2 dal 1987 e ho esperienze di privato sociale (fondatrice e vicepresidente di una onlus). Ho lavorato in  vari  settori sempre nell'ambito della relazione e del counseling.

La formazione e l'interesse  personale mi hanno avvicinato allo studio del dolore cronico come sfaccettatura del disagio psicologico e sociale .

Mi interesso ed opero anche nel campo della relazione uomo animale (pet therapy) e di tutte le attività quali l'arte terapia e la musicoterapia tese al miglioramento della qualità' della vita di noi tutti.

 

Emanuela Zottis

Chi_siamoEZSono fisioterapista e Gestalt counsellor. 

Mi sono diplomata in fisioterapia all’Università di Padova, poi ho conseguito la laurea in fisioterapia, il master in funzioni di coordinamento all’Università La Sapienza di Roma e il diploma di counsellor presso l’Istituto Gestalt di Trieste.

Ho lavorato nel servizio pubblico per 31 anni, come fisioterapista e, per dieci anni, in qualità di coordinatrice del servizio di riabilitazione dell’Ospedale De Gironcoli di Conegliano.

Da aprile 2016 esercito la libera professione a Vittorio Veneto.

Sono una dei soci fondatori dell’Associazione AHA – il dolore cronico, seguendo pazienti con dolore cronico e fibromialgia. Mi sono specializzata in questa attività iniziando nel 2006 a seguire dei gruppi multidisciplinari presso l’Ospedale De Gironcoli.

 

Giovanni Di Cara

ChiSono uno psicologo, laureato presso l’Università degli studi di Trieste, iscritto all'Albo A degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia, n° 1749, specializzando in Psicoterapia della Gestalt presso L'Istituto Gestalt Trieste.

Attualmente svolgo la professione di psicologo a Vittorio Veneto (TV) e a Trieste, proponendo sedute di sostegno e consulenza psicologica sia individuali che di gruppo.

L'approccio seguito è quello della psicologia umanistico-esistenziale, secondo cui è la relazione da "persona a persona" che può, più di tutto il resto, favorire la crescita personale. Una relazione che è empatica, genuina e non giudicante. Grazie ad essa si crea un luogo e un tempo in cui guarire le ferite della propria anima, ascoltando e riconoscendo i propri bisogni emotivi, fisici e mentali. Prendendosi cura e imparando qualcosa in più di se stessi, sperimentando nuove possibilità di pensiero ed azione, si diviene capaci di relazionarsi nel mondo in modo più consapevole, senza la paura dell'insuccesso. Grazie ad un sostegno basato sulla relazione è possibile affrontare la propria sofferenza ed elaborare i fallimenti in cui si incorre nel corso della vita, così da non restare bloccati in situazioni di disagio privi dell'energia necessaria a superarle.

Aree di intervento:

  • Disturbi d'ansia e attacchi di panico; del controllo degli impulsi; del sonno; alimentari; sessuali; somatoformi
  • Difficoltà relazionali e affettive
  • Autosvalutazione, costruzione dell'autostima e sviluppo personale
  • Gestione della stress
  • Elaborazione di eventi traumatici (lutto, perdite, separazioni)
  • Tecniche di rilassamento e meditazione
  • Alfabetizzazione emozionale 

All’interno de ll’Associazione AHA – Il Dolore Cronico presento la pratica della meditazione Vipassanna. L’obiettivo degli incontri di meditazione è di portare la persona a sviluppare una consapevolezza a livello corporeo, mentale ed emotivo. La meditazione aiuta a coltivare una modalità di relazione decentrata verso l’esperienza cognitiva, emotiva e sensoriale dolorosa, a disattivare intenzionalmente gli automatismi dei pensieri, a lasciar andare la tendenza alla proliferazione mentale liberandosi così da un compulsivo e doloroso rimuginio sulle esperienze dolorose. L’ispirazione arriva dagli studi del dott. J.K. Zinn, ideatore dl metodo Mindufullness Based Stress Reduction (Riduzione dello stress attraverso la meditazione), protocollo approvato dalla comunità scientifica americana e diffusissimo negli U.S.A, usato per la cura di disturbi cronici, tra cui dolore cronico e fibromialgia.

 

 

Statuto dell'associazione
 

 

Articolo 1

E' costituita l'associazione "AHA - il dolore cronico". 

Articolo 2

L'associazione ha sede in Vittorio Veneto (TV), in viale della Vittoria, n° 312

Articolo 3

L'associazione ha lo scopo di:

- favorire il dibattito e il confronto scientifico sul tema del dolore cronico benigno e della fibromialgia

- aumentare la sensibilità e l'informazione dell'opinione pubblica in materia di dolore cronico benigno anche tramite convegni, dibattiti e pagine sul web, favorendo l'aggregazione dei soggetti che soffrono di tali patologie

- offrire supporto diagnostico e terapeutico ai soggetti affetti da dolore cronico e fibromialgia

- offrire il servizio di counseling

Articolo 4

L'Associazione ha struttura democratica e si ispira alla concezione pluralistica della persona umana e della società ed esplica le sue attività senza scopo di lucro.  

Articolo 5

IL'Associazione, previa delibera del consiglio direttivo, potrà aderire ad associazioni di carattere nazionale, con scopi affini o analoghi. 

Articolo 6

Il patrimonio è costituito: 

- dai beni mobili ed immobili che diverranno di proprietà dell'Associazione

- da eventuali fondi di riserva costituiti con le eccedenze di bilancio  

Le entrate dell'Associazione sono costituite: 

- dalle quote sociali ordinarie e straordinarie

- dal ricavato dall'organizzazione di manifestazioni o partecipazioni ad esse

- da ogni altra entrata che concorra ad incrementare l'attivo sociale

Articolo 7

L'esercizio chiude al 31 dicembre ogni anno. Entro quattro mesi dalla fine di ogni esercizio verrà predisposto il Consiglio Direttivo: 

- il bilancio consuntivo con relativa relazione sulla gestione

- il bilancio preventivo 

Articolo 8  

L'Associazione ha le seguenti categorie di soci: 

- Fondatori

- Onorari

- Ordinari

Articolo 9

Sono soci fondatori coloro che hanno effettivamente contribuito alla fondazione dell'Associazione. 

Sono soci onorari coloro che vengono dichiarati tali con delibera del Consiglio Direttivo. 

Sono soci ordinari coloro che si impegnano a perseguire gli scopi previsti dall'associazione e a versare le quote sociali.  

Articolo 10 

La qualifica di socio ordinario si acquisisce presentando domanda di ammissione al Consiglio Direttivo, che decide su di essa discrezionalmente. 

Tutti i soci hanno diritto a mantenere detta qualifica fino a che non rassegnano volontarie dimissioni o non vengano esclusi per motivi di incompatibilità con gli scopi e le finalità associative o morosità protrattesi per un anno. 

La qualifica di socio è intrasmissibile per atto tra vivi, sia a titolo oneroso che gratuito; tuttavia è ammessa la successione salvo che l'erede non preferisca concludere il rapporto associativo o la sua persona sia incompatibile con finalità, scopi o norme dell'Associazione. 

Articolo 11

Sono organi dell'Associazione: 

- l'Assemblea Generale dei soci

 -il Consiglio Direttivo

- il Presidente 

Articolo 12

L'Assemblea Generale dei soci è convocata in seduta ordinaria o straordinaria. La convocazione è fatta dal Consiglio Direttivo con avviso personale senza particolari formalità; tuttavia avvio scritto di convocazione sarà affisso presso la sede sociale almeno 3 giorni prima dell'assemblea. L'Assemblea in seduta ordinaria è convocata almeno una volta all'anno. L'Assemblea in seduta straordinaria è convocata ogniqualvolta il Consiglio Direttivo lo ritenga opportuno. 

Articolo 13

Tutti i soci in regola con i pagamenti delle quote sociali, hanno diritto a partecipare all'assemblea; ogni socio maggiorenne ha diritto ad un voto. Le decisioni sono assunte a maggioranza semplice, metà più uno dei presenti.  

Articolo 14

L'Assemblea è valida dopo trenta minuti dalla convocazione qualunque sia il numero dei convenuti salvo, in caso di argomenti particolarmente importanti, parere contrario del Presidente che può richiedere la presenza effettiva della maggioranza dei suoi soci. 

Articolo 15

Spetta all'assemblea ordinaria: 

- approvare il bilancio preventivo, consuntivo e la relazione sulla gestione

- eleggere il Consiglio Direttivo

Patrimonio, riserve ed eventuali avanzi di gestione saranno rinviati al successivo periodo e non potranno mai formare oggetto di distribuzione tra i soci.  

Articolo 16 

Il Consiglio Direttivo è composto da tre a nove consiglieri. I consiglieri sono eletti dall'Assembela Generale e rimangono in carica per quattro anni. Risultano eletti coloro i quali abbiano ricevuto il maggior numero di voti e a parità di voti si darà precedenza al più anziano. 

Articolo 17

Il Consiglio Direttivo elegge nel suo seno: 

- presidente

- segretario 

Articolo 18

Il Consiglio Direttivo: 

- provvede all'amministrazione sociale e alla disciplina interna della società

- delibera sull'ammissione, sospensione e radiazione dei soci

- compila il bilancio preventivo e consuntivo con la relazione sulla gestione che termina il 31 dicembre di ogni anno - il primo esercizio si chiuderà portano il dicembre 2015

- stabilisce le quote dovute per l'iscrizione all'Associazione e le quote annuali dovute dai soci

- programma l'attività e l'organizzazione di manifestazioni e/o incontri pubblici 

- delibera su ogni altra materia non riservata all'assemblea

Articolo 19 

Il Consiglio Direttivo delibera a maggioranza della metà più uno dei votanti purché siano presenti almeno la metà dei suoi componenti. 

In caso di parità la votazione sarà ripetuta. Se dopo tre tentativi non si raggiunge la maggioranza si sospende la delibera e si riconvoca il Consiglio Direttivo in altra data. Se tre convocazioni consiglieri sul medesimo argomento non portano ad alcuna delibera si convoca l'assemblea per eleggere un nuovo Consiglio Direttivo.  

Articolo 20

Il Presidente rappresenta l'Associazione, presiede l'Assemblea Generale dei soci e presiede il Consiglio Direttivo. Sotto il suo controllo saranno redatti verbali per le riunioni di qualsiasi tipo tenute. Detti verbali saranno conservati presso la sede a disposizione dei soci che potranno richiederne la consultazione. 

Articolo 21

Lo scioglimento dell'Associazione deve essere deliberato dall'Assemblea Generale dei soci con la maggioranza di almeno 3/5 dei soci aventi diritto al voto. 

 Articolo 22

Qualora, allo scioglimento dell'Associazione, vi fossero delle rimanenze in attivo di denaro o altri beni, queste ultime dovranno essere devolute a scopi benefici, privilegiando ove possibile, l'assegnazione ad associazioni similari aventi sede nella provincia di Treviso. In nessun caso potranno formare oggetto di assegnazione ai soci. 

Articolo 23

Il presente Statuto può essere modificato alle seguenti condizioni: 

- che la proposta di modifica sia posta all'ordine del giorno dell'Assemblea Generale dei soci

- che all'Assemblea partecipino almeno la metà degli aventi diritto al voto

- che la proposta di modifica contenga l'approvazione di almeno 2/3 dei votanti

Le norme precedenti non si applicano in caso di adeguamenti obbligatori a sopravvenute norme di Stato, Regioni, Province e Comuni.

 

Vittorio Veneto, lì 23.11.2015 al n. 3849 Serie III

 
 
 
 
  Site Map